Get a site

Europa in cambio di Africa

Posted: August 10th, 2011 | Author: Espedito Gonzales | Filed under: Africa, Archivio generale, Movimenti Nazionali | No Comments »

Europa in cambio di Africa

Jacinta Ryan ,  freelance

In questi mesi abbiamo assistito all’assalto del NORD AFRICA da parte della NATO (USA) che con l’aiuto  dei media a contratto,   ha fatto passare dei chiari  e  semplici colpi di stato come legittime rivoluzioni popolari!

I risultati riportati dalle Multinazionali che hanno commissionato questa guerra  sono notevoli:

1)      Adesso possono far mettere una base al loro esercito militare, la Nato,  in Nord Africa e iniziare così la colonizzazione dell’Africa

2)      Hanno messo le mani sul tesoro di Gheddafi e sul suo petrolio

3)      Hanno aumentato l’indebitamento dei Paesi Europei in modo da renderli più  “ a buon mercato” e quindi poterli “svendere” per poter così recuperare i prestiti fatti.

4)      Infatti stanno  “vendendo” ad un prezzo stracciato l’EUROPA alla CINA in cambio dell’AFRICA dalla quale la stanno  buttando fuori

Insomma si vendono Paesi come  l’Italia, la Grecia, il Portogallo, la Spagna  dopo averli indebitati ben bene, per andare a prendere Paesi ricchi  e poi ci vengono a dire che si parte per proteggere i civili!

Quando la Nato parte per proteggere i civili vuole dire   che parte per andare  a prosciugare un Paese e ad indebitarlo!

Ovviamente la NATO non è altro che l’esercito delle grosse Multinazionali (che più che Multinazionali sono MultiAmericane) petrolifere o di armi che si trovano a Wall Street, le quali sono le Vere Padrone del Mondo  e che decidono  di volta in volta dove andare a fare i loro “prelievi”.

A quel punto la NATO parte e i Governi che la compongono non possono che obbedire, aumentando i loro debiti. Così alla fine di ogni guerra i Governi sia della NATO che dei Paesi conquistati si trovano con i debiti aumentati (per acquistare armi e pagare la guerra) e le multinazionali ovvero multi americane  sono i cassieri che riscuotono!

E ovviamente per “convincere” l’opinione pubblica che le guerre sono “giuste”,  si ricorre di volta in volta  a delle scuse:

-          Quando è per combattere il comunismo che avanza

-          Quando è per combattere un tiranno che uccide il suo popolo

-          Quando è per combattere Al Quaeda (che a seconda delle situazioni diventa nemico o alleato)

Le scuse si trovano sempre e si fanno perorare dai media “lavatori di cervelli”.

E intanto il popolo bue ci crede e  deve far fronte alle  crisi  dei propri Governi vedendosi  diminuire i servizi sociali, le pensioni, gli stipendi, i posti di lavoro. Ovviamente gli stipendi e i benefits dei politici aumentano, non diminuiscono mai, perché è un lavoro molto difficile dover fare il politico che vuole “bene” al proprio Paese…….

E poi ci vengono a raccontare tante barzellette!  Questa in poche parole è la verità!

E se un giorno il popolo bue si svegliasse? E se vedesse che magari è molto meglio dare in appalto il Governo a chi si fa il mazzo ogni giorno? Magari a turno? A normali cittadini che conoscono i veri bisogni del Paese?

MANDIAMO A CASA QUESTI TRADITORI DEL PROPRIO PAESE E AFFAMATORI DEL POPOLO.

LORO CI TENGONO SEMPRE SEPARATI CON LA STORIA DEL PARTITO POLITICO, PERCHE’ UNITI SAREMMO PERICOLOSI!

MA LORO ANCHE SE SI FANNO VEDERE ETERNAMENTE IN LITIGIO TRA LORO, IN REALTA’  SONO SEMPRE UNITI, UNITI PER MANTENERE LE LORO POLTRONE E I LORO VANTAGGI! PASSANO DA UN PARTITO ALL’ALTRO SENZA VERGOGNA, L’IMPORTANTE E’ RESTARE AL POTERE.

ABOLIAMO TUTTI I PARTITI E FORMIAMO IL PARTITO DEL POPOLO, UNITO PER LA PROPRIA NAZIONE E IL BENESSERE DEL POPOLO!

a cura di Jacinta Ryan

Be Sociable, Share!

Comments are closed.